LUIGI VECCIA©2012 AllRightReserved - SEO by SHOT

 

 

 

 

 

 

 

 

Luigi Veccia nasce a Caserta. All'età di 18 anni si trasferisce a Roma dove intraprende gli studi di moda.
Studia prima all' Istituto Italiano Europeo di Design (IED) in collaborazione con la maison Gattinoni e si diploma ad Icei Multimedia in collaborazione con Enrico Coveri.
Luigi Veccia si forma stilisticamente all'ombra dei piu' noti atelier dell'alta moda Romana.
Dopo gli studi, inizia una lunga gavetta nei setifici e negli atelier "made to order" e proprio dal cannubio  di queste due grandi esperienze che nasce l'idea di dar vita al suo brand di moda.
La ricerca costante e permanente è quella d'integrare alla passionale esuberanza del mondo variopinto delle stampe, caro alle sue origini meridionali , il razionalismo e la disciplina dei tagli e delle forme di cultura Anglosassone.
Terminati gli studi inizia diverse e lunghe collaborazioni che spaziano dal tessuto, al disegno di stampa alla creazione di abbigliamento.Il suo ecclettismo gli permette di collaborare sia con marchi "Made in Italy" che con brand stranieri.
Nel 2008 la scelta di intraprendere una strada personale, dopo anni di esercizi stilistici, finalizzati ad altri brand, la voglia di costruire qualcosa di proprio. Le citazioni, le poetiche e le evocazioni, di un suo mondo personale immaginifico ed immaginato, viene realizzato ed è reale.
L'obbiettivo del marchio Luigi Veccia è quello di collocarsi nella fascia della "Demi couture", dove ad un attenzione maniacale per il dettaglio artigianale, cosi' fedele alla piu' tradizionale "Haute Couture", si contrappone una facilità d’uso quotidiano  tipico del prêt à porter di lusso.
Nella valigia dei ricordi di Luigi Veccia ci sono le isole del Mediterraneo vissute e frequentate nell'infanzia, la femminilità sensuale ed esuberante delle donne partenopee, i colori vivi e gli accostamenti audaci, appresi osservando le grandi attrici della celluloide ;partendo dagli anni '20; proiezioni in bianco e nero di un minimalismo a colori.
Gli innumerevoli viaggi, una ricerca continua e spasmotica nel design Tout Court, l'incontro con personalità artistiche di spicco, permettono a Luigi Veccia di sedimentare tutta una serie di argomenti all'interno delle sue creazioni. L'armonia dei look da lui proposti, spesso prende ispirazione da dissonanze apparenti, ma che viste nell'insieme creano un piacevole "unicum" equilibrato.
Nel 2012 Vogue Italia pubblica le sue creazioni, nella sezione Vogue Talents.

 

 

 

 

 

Luigi Veccia is born in Caserta. When he was 18 he moved to Roma where he started studying Fashion. He studied at the IED (Istituto  Europeo del design) in collaboration with the brand Gattinoni and he graduated at Icei Multimedia in collaboration with Enrico Coveri. As a stylist he grows up in the shadow of the most important ateliers of the roman haute couture.After his studies, he started a long work in the silk factories and in the made-to-order ateliers, and it is from the union of these two big experiences that he realizes to create his own fashion brand.He constantly tries to join the exuberant and passional world of the prints coming from his southern origins with the rationalism and the discipline of the cuts and with the forms of the anglosaxon culture. When he finished his studies he made some long collaborations, for the fabrics, the digital design, and the ready-to-wear creation. His eclecticism let him collaborate both with made in Italy and foreign brands. In 2008 he decides to undertake a personal way, after years of stylistic exercises for other brands, it’s time to make something for his own. The references, the poetics and the suggestions of his personal inventive world it is now real.
The goal of the brand Luigi Veccia is to locate itself in the Demi Couture range, where he opposes an insane attention for the handmade detail, faithful to the traditional Haute Couture, to the ease of the day-to-day life, typical of the luxury ready-to-wear.
In the suitcase of his memories the Mediterranean islands where he used to go when he was a child, the sensuality and the exuberance of the partenopean women, the bright colors and the insolent juxtaposition that he learned looking at the celluloid actresses; then, starting from the Twenties, black and white projections of a colourful minimalism.
His frequent travels, the convulsive search of the design tout court , the meeting with important artistic people, let Luigi Veccia put together a long serie of different matters inside his creations. The armony of the looks that he presents often takes inspiration from apparent clashes, which seems a balanced unicum when they are seen together.
In 2012 Italy Vogue publishes his works, in the Vogue Talents section.

Back to Top